Questo sito o gli strumenti da questo sito utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie Leggi qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera acconsenti all'uso dei cookie.

CATTIVI ODORI IN CASA: COME ELIMINARLI

Scritto da Paola Castelli 01/05/2016 0 Commenti Idee,Le Idee Green di Paola Castelli,

Come sarebbe bello mantenere sempre la casa perfettamente pulita e profumata, ma  la verità è che i cattivi odori esistono!  Sarà capitato anche a voi di aprire lo sportello del frigo o del congelatore, e sentire il cattivo odore  del pesce, o del melone, oppure di avvertire nei mobili odore di muffa  causata dalla presenza di umidità nell’aria, o magari perché non si è aperto per troppo tempo. E del profumo  non tanto gradevole dell’armadietto delle scarpe, o di quello per la biancheria da lavare? Ne vogliamo parlare? Ebbene oggi vi aiutiamo a risolvere questo problema in maniera semplice e soprattutto naturale, senza ricorrere a deodoranti per ambienti che spesso contengono allergeni e inquinanti, pur promettendo ondate di fresco profumo!

 
Grandi alleati naturali contro i cattivi odori sono: il bicarbonato di sodio,  l’aceto bianco, i fondi del caffè, gli agrumi e le spezie. Vediamo come utilizzarli.
 
Quello che costituisce la formazione di molti odori sgradevoli sono principalmente sostanze volatili acide o fortemente basiche.  Il bicarbonato di sodio, ha un effetto tampone che contrasta chimicamente queste sostanze che, non vengono mascherate, ma addirittura neutralizzate,  prevenendone  la formazione. Utilizzarlo è molto semplice, basta riporre una scatola o un barattolo con 150 gr di bicarbonato, da sostituire ogni 3 mesi, negli ambienti dai quali si desidera eliminare gli odori e il problema sarà presto risolto. Tra l’altro il bicarbonato ha anche un effetto assorbente per l’umidità e questo  impedirà  la formazione di funghi e muffe.
 
Il frigorifero è senza dubbio l’elettrogenetico che ci da maggiori problemi con i cattivi odori, e utilizzando una spugna imbevuta con una soluzione di acqua e bicarbonato o acqua e  aceto bianco, per lavare le sue pareti, oltre ad avere un effetto anti odore, avremo allo stesso tempo un effetto igienizzante. Riponendo  poi su di un ripiano, un barattolo aperto con del bicarbonato o dei fondi di caffè, eviteremo il riformarsi di odori sgradevoli. Mentre un altro naturale profuma-frigorifero  potrà  essere un’arancia nella cui buccia avremmo inserito dei chiodi di garofano.
 
Anche gli odori del freezer si possono assorbire con i fondi del caffè, in questo caso possiamo utilizzare un vecchio calzino o una calza, puliti ovviamente ;-) e riempirli con fondi di caffè asciutti, da riporre nel vano dei surgelati.
Per eliminare l’odore dei popcorn o del pesce cucinato nel forno a microonde, basterà una  grande ciotola  con una tazza e mezza di  acqua e tre o quattro limoni tagliati grossolanamente,  insieme ad una spezia profumata, come chiodi di garofano o cannella. Portate a ebollizione il tutto, e poi lasciate che il vapore agisca all'interno del forno per 15 minuti, e il gioco è fatto.
 
Sempre in cucina, durante  la cottura del pesce o del cavolo, posizionate una piccola ciotola di aceto bianco sul fornello per assorbire l'odore, oppure  fate bollire una pentola di acqua insieme a spezie, odori e una fettina di limone.  Utilizzate il limone anche per cancellare la puzza di frittura, basterà mettere nell’olio caldo una buccia ben asciutta e l’aroma del limone supererà l’odore di fritto. O ancora, sempre nell’olio che utilizzerete per friggere, mettete due fette di mela, o un pezzo di sedano, insieme al resto della frittura!
 
 
L’aceto bianco è molto utile anche per eliminare l’odore fastidioso di muffa dai mobili.  Il mobile o i cassetti andranno svuotati e puliti con uno straccio imbevuto di aceto, bisognerà farli arieggiare prima di riporre nuovamente abiti o oggetti. Nei casi in cui l’odore è persistente possiamo lasciare nel mobile una ciotola con l’aceto, che continuerà ad assorbire il cattivo odore della muffa.
 
Il bicarbonato è molto  efficace anche per eliminare i cattivi odori da un materasso ammuffito,  o da un vecchio tappeto. Basterà  cospargere una scatola di bicarbonato, lasciare agire sulle fibre per 30 minuti e poi ripulire con l’aspirapolvere.
Sempre il bicarbonato, grande alleato, messo sul fondo della pattumiera, o nel posacenere,  assorbirà anche lì i cattivi odori.
 
 
 

Paola Castelli (Resp. informatica Prezioso casa)
Appassionata di natura e ambiente, presidente di un'associazione per la tutela ambientale.

 

Scrivi un commento