Questo sito o gli strumenti da questo sito utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie Leggi qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera acconsenti all'uso dei cookie.

CUCINA CON ISOLA, IL "CUORE" DELLA CASA

01/05/2016 0 Commenti Cucine,Arch. Stanislao Catarcio,
Il connubio perfetto tra design, praticità e ottimizzazione degli spazi, come non lasciarsi tentare?
 
 
 
Quando si ha la fortuna di avere a disposizione un’ampia cucina, l’isola può rappresentare quel tocco di eleganza con cui sfruttare al massimo e nel migliore dei modi gli spazi.
 
 
Può sembrare solo un blocco composto da una base ed un piano superiore, ma in realtà può rappresentare un semplice modo di aumentare il piano di lavoro, oppure la superficie che accoglie l’attrezzatura per il lavaggio e la cottura o semplicemente un piano d’appoggio per consumare i pasti. Inoltre scegliere di arredare la propria cucina con un’isola significa privilegiare l’aspetto conviviale e giocare sulla dinamica vivibilità dell’ambiente.
 
Molteplici sono i modelli di isola pensati per accordare esigenze e possibilità economiche, l’importante è avere lo spazio adeguato per poterla accogliere.
 
 
 
 
 
 
 
INQUADRARE SPAZI E POSSIBILITA’
 
Entrando nel dettaglio di come scegliere un’isola, bisogna considerare che sicuramente le sue dimensioni devono dipendere dalla grandezza della cucina ed anche dalla funzione che deve svolgere, infatti più accessori accompagneranno l’isola, come le sedie, tanto maggiore sarà lo spazio che occuperà.
 
Si può scegliere un’isola rettangolare o quadrata ma anche un’isola dalle forme completamente irregolari, insomma la possibilità di divertirsi creando uno spazio di design funzionale ed utile.
 
La parola chiave è proporzionalità, tutto deve essere in linea con la grandezza della stanza che si ha a disposizione; bisogna calcolare che lo spazio effettivamente occupato dall’isola va ben oltre la sua grandezza perché non si può sottovalutare di lasciare un’area adeguata attorno ad essa per permettere fruibilità al passaggio, in più qualora si pensasse alla presenza di sportelli o cassettoni è necessario considerare lo spazio che ne permetta l’apertura.
 
Sintetizzando, le caratteristiche di un’isola permettono:
 
-          Di lavorare rivolti verso il living come risposta a un nuovo modo di vivere la casa e stili di vita contemporanei
 
-          Di dividere soggiorno e cucina concentrando la zona operativa
 
-         Di aumentare il piano di lavoro e la capacità contenitiva grazie a spazi per riporre così da ottenere un risultato di maggiore ordine
 
 
 
 
 
 
 
COME E COSA SCEGLIERE
 
Quando lo spazio occupabile in cucina non è estremamente ampio, si potrebbe abdicare per la scelta di una penisola, cioè avere comunque la possibilità di gestire gli spazi ottimizzandoli, senza dover per forza rinunciare all’elemento “particolarità” solo perché non è possibile la scelta dell’isola come tale. È proprio grazie agli arredatori di interni che può essere studiato bene lo spazio disponibile così da posizionare bene ogni tipo di elemento e valutare il tipo di scelta più appropriata.
 
Quando non è necessario abdicare, la scelta dell’isola prevede il posizionamento di essa al centro della stanza, nel “cuore” della vostra cucina ottenendo eleganza e funzionalità con un solo tocco, con una sola scelta, con un solo blocco anche a più elementi, che sia in armonia con lo stile della casa o che sia totalmente differente dal resto per dare una sorta di stacco ed imprimere maggiore dettaglio nella scelta, del tipo di isola, fatta.
 
 
 
 
 
 
FANTASIA IN USO
 
Scegliere di arredare la propria cucina con un’isola significa avere diverse possibilità in quanto essa può essere usata solo per aumentare il piano d’appoggio, o fungere daisola multifunzione. Nel primo caso per la scelta del piano ci si può allineare al materiale del resto della cucina o magari pensare di creare uno stacco scegliendo, ad esempio, un piano con materiale in contrasto. Inoltre, questo tipo di isola, potrà comunque essere fornita di comparti aperti o anche di ante e/o cassetti e migliorare ancor di più la gestione degli spazi. Quindi significherebbe avere una superficie che mette a disposizione molteplici spazi funzionali, utili e comodi.
 
Quando invece parliamo di isola multifunzione, stiamo considerando una tipologia di isola che accoglie più elementi come: fornelli, forno, lavello, a volte anche frigorifero o congelatore oltre ovviamente al piano d’appoggio, permettendovi così di cucinare e anche mangiare in un unico spazio, dato che si può scegliere di accompagnare l’isola con delle sedie sfruttandola come un vero e proprio tavolo. Anche sulla scelta dei colori bisogna pensare che se la cucina non è spaziosa probabilmente la scelta sarebbe bene si orientasse su colori e tinte chiare così da dare più luminosità e maggiore sensazione di spazio.
 
 
 
 
 
COSTI E BENEFICI
 
Esistono diversi modelli di isola, pertanto diversi prezzi. La variabile è la funzione dell’isola, perciò tutto dipende dalla scelta tra un’isola che funge da semplice piano di lavoro e l’isola multifunzione, per di più i costi salgono quanto più accessoriata sarà l’isola scelta. Trattandosi di cucine componibili dare un prezzo preciso per questa soluzione d’arredo sarebbe riduttivo in quanto il budget può variare in base al tipo di mobili, alle finiture ed ai materiali scelti, oltre ovviamente a tutti gli aspetti sopra elencati. Da non sottovalutare sono i costi di installazione, cioè degli allacciamenti di acqua e gas e dei cavi elettrici per l’alimentazione degli elettrodomestici e per l’impianto al quale sarà allacciata la cappa. Perciò è intuitivo come l’istallazione di un’isola non multifunzione sia di conseguenza meno costosa.
 
 
 
 
 
 
 
PERCHE’ SCEGLIERE UNA CUCINA CON ISOLA
 
Scegliere una cucina con isola permette di gestire la zona giorno di casa in modo armonioso e funzionale con minimo comune denominatore le parole dinamicità e praticità; il vantaggio va ben oltre l’aspetto estetico, ma è il giusto mix di fantasia, modernità, contemporaneità, funzionalità, essenzialità e voglia di vivere in maniera “living” uno spazio living.
 
 

Scrivi un commento