Come scegliere la maniglia giusta per i mobili della cucina

Scritto da Chiara Civitillo 07/05/2019 0 Commenti Cucine,Idee,

Cari lettori del blog di Prezioso Casa, quando si sceglie una cucina bisogna fare molta, anzi moltissima attenzione ai dettagli. “Lo sappiamo” diranno molti di voi ed è anche e soprattutto a loro che mi rivolgo proponendo una pratica guida per scegliere le maniglie giuste per i mobili della cucina. Ecco, lo sapevo. Avete sgranato gli occhi leggendo questa mia affermazione. Non bisogna, infatti, preoccuparsi soltanto dello stile della cucina. Le maniglie vanno scelte anche e soprattutto per ragioni pratiche. Non mi credete ancora? Sotto con l’approfondimento allora.

 

Apertura a gola: In questo caso non si tratta di una maniglia in senso stretto, ma di un sistema di apertura a gola, cioè una scanalatura orizzontale in testa all’anta o al cassetto. Soluzione ideale per quanti non desiderano – per ragioni estetiche o pratiche – vedere alcuna maniglia. Tra i vantaggi c’è sicuramente il fatto che l’apertura a gola non si usura e tollera più facilmente la normale trazione. Inoltre, non si corre il rischio di vedere ditate, poiché le dita vengono appoggiate sulla parte posteriore intagliata del frontale. Dulcis in fundo si può giocare con gli accenti di colore. Questa soluzione diviene perfetta per qualsiasi cucina moderna con una distribuzione uniforme e una linea minimal.

 

 

 

Foro: Esempio assai simile, ma di dimensioni più contenute, all’apertura a gola. Per lo più di forma circolare oppure ovale, il foro è sempre grande abbastanza da accogliere al suo interno una o due dita. A causa delle ridotte dimensioni, questa soluzione ricopre un ruolo marginale nel panorama delle cucine. Tuttavia, il buco rotondo nel frontale degli armadietti non passa inosservato e regala un tocco di freschezza a qualsiasi ambiente. Facciamo, però, attenzione a non esagerare: i fori rotondi, infatti, si sposano bene con spazi minimal, altrimenti si corre il rischio di proporre agli ospiti una cucina giocattolo.

 

Profili maniglia: Possiamo considerarli l’esatto opposto di un’apertura a gola. I profili maniglia vengono posizionati sul bordo superiore dell’anta e fissati, a questa, da dietro. Questa scelta è perfetta per una cucina moderna con frontali lucidi. Suggerisco di sceglierli in acciaio, così da accentuare la praticità delle maniglie, altrimenti utilizzare lo stesso colore dei pensili.

 

 

 

Maniglie in pelle: Una scelta decisamente al passo coi tempi. A forma di asola oppure di arco, vengono fissate con una vite ai frontali della cucina donandole un aspetto mondano e accogliente, in grado di catturare l’attenzione grazie alla sua unicità.

 

 

Maniglia a staffa: La regina di tutte le maniglie. Scegliendo solo dimensioni e colore sarà perfetta in qualsiasi cucina.

 

 

Pomello: Ideale per le cucine che trasmettono allegria, il pomello è assai simile, dal punto di vista visivo, al foro rotondo nei frontali. Scegliendo la variante argentata o dorata, si darà un tocco glamour allo spazio.

 

 

Maniglie a forma di conchiglia: Se sceglieste una cucina dallo stile country non potreste esimervi dall’aggiungere maniglie del genere, abbinate magari a pomelli per i pensili, preferibilmente in argento, oro o nero.

 

 

Maniglia da incasso: Perfette per lo stile industrial, queste maniglie incassate rendono più evidenti i fori nei frontali degli armadietti.

 

 

 

E pure per questa volta è tutto. Vi aspetto presso il nostro showroom di Castel Volturno per approfondire l’argomento.