Cucina sempre in ordine

Scritto da Marco Felaco 03/09/2018 0 Commenti Cucine,

Cari lettori del blog di Prezioso Casa, oggi parliamo di cucina e di come fare a rendere il regno degli chef un posto estremamente ordinato. Già. Dimentichiamoci: materiali appoggiati sul piano di lavoro, spugne bagnate che sporcano il lavello o fumi che arrivano alle altre stanze. Quali sono i segreti per riuscirci? Scopriamolo insieme.

 

Spugne e panni. Dove riporli? Mettiamo d’accordo, con questo post, quelli che usano solo un paio tra spugne e panni e quelli che ne hanno un tipo per ogni oggetto e superficie da pulire. Se appartenete alla prima categoria, potete utilizzare lo spazio disponibile tra il lavello e l’anta frontale. Basteranno dei piccoli portaoggetti in plastica per riporre le spugne. L’alternativa, è applicare sulle ante delle mensole piccole e in materiale adatto all’uso, facendo attenzione a che non ingombrino troppo, altrimenti il rischio è che le ante non si chiudano più bene.

 

Lavello? Sempre pulito: Qual è il segreto per avere un lavello sempre pulito? Semplicemente, sostituendo il vecchio rubinetto con uno più moderno, estraibile e a doccetta. In questo modo potrete lavare anche gli angoli più distanti e pulire la superficie sarà semplice e veloce. Inoltre non ci sarà più il problema di sbattere contro il rubinetto con le pentole più grandi.

 

 

Bye bye fumi: Detestate gli odori ma non vi piacciono le cappe posizionate sopra i fuochi? Bene, tra le nostre proposte vi è quella di una cappa a scomparsa: comparirà dal piano di lavoro e sparirà quando non servirà più. Le dimensioni, rispetto alle cappe tradizionali, sono più piccole ma molto efficienti, in quanto posizionate accanto ai fuochi. Pratiche, quindi, e nient’affatto ingombranti.

 

 

 

Prese per la corrente nascoste: Premesso che una presa della corrente è sempre utile, meno pratici si rivelano i fili di cellulari e piccoli elettrodomestici che ingombrano il piano di lavoro. Come risolvere? In fase di progettazione, possiamo nascondere le prese nei cassetti. Quel che attaccheremo alle prese sarà al sicuro anche da eventuali urti che potrebbero farlo cadere per terra. Un’altra soluzione da valutare, sempre durante la progettazione, sono le prese a scomparsa, da inserire nel piano di lavoro vicino alle zone dove si pensa di dover usare un elettrodomestico. Ma non solo, questa soluzione può essere utile quando il piano di lavoro della cucina diventa pure il piano di appoggio per computer o strumenti di lavoro.

 

Via quello strofinaccio! Di certo gli strofinacci, specie se stazzonati e sporchi, non fanno un bell’effetto e, nei casi in cui la cucina è un open space aperto su una zona giorno, sono senz’altro antiestetici. Proviamo a sistemarli in un’anta scorrevole posizionata accanto al lavello, così da averli a disposizione quando servono e non tenerli a vista quando non necessario.

 

Le scope, per concludere: Per rendere ordinata la nostra cucina, assicuriamoci di riporre anche scope e spazzole in un’anta scorrevole della cucina. Lo spazio necessario sarà estremamente ridotto, basterà infatti uno spazio di 10-15 cm tra due pensili per sistemarle con ordine. L’anta può essere poi fatta in modo da avere un vano-cassetto sul fondo, così da tenere in ordine anche i detersivi.