Questo sito o gli strumenti da questo sito utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie Leggi qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera acconsenti all'uso dei cookie.

ECCO COME RENDERE UNICA LA CASA SOLO CON LE LAMPADE

Scritto da Rosario Vivo 01/05/2016 0 Commenti Illuminazione,Arr. Rosario Vivo,
Quando si pensa di ristrutturare la propria casa, l’attenzione cade sul rivoluzionare il look dell’abitazione perciò, mobili nuovi, modifiche strutturali e poi? Poi si pensa mai a come illuminare la propria casa?
 
Non basta cambiare tipo di lampadario o il tipo di lampadine, ma l’accurata attenzione sulla scelta dell’illuminazione consente di valorizzare spazi ed aree della casa, cosi da trasformare l’atmosfera globale.
 
La luce è perciò un elemento di design che serve per enfatizzare i pregi della propria abitazione, ogni luce ha la sua appropriatezza e deve essere studiata in base al tipo di attività che, in quello spazio abitativo, sarà svolta.
 
 
 
CAMBIARE SENZA REALI CAMBIAMENTI
 
Non bisogna pensare all’illuminazione come un semplice posizionamento di lampadari al centro delle stanze, ma ci sono inaspettati punti in cui la luce può essere portata: pavimenti, muri e angoli insospettabili, che con l’ausilio di un bravo elettricista si potranno valorizzare. Quindi non più solo semplici luci led, ma anche faretti o applique, alternanza di luci calde e fredde, contrasto tra luce ed ombre e creare atmofere calde, eleganti, vivaci ed intime e regalare profondità ad ogni ambiente così da renderli accoglienti. Si può dare un tocco di cambiamento osando anche con i colori ed ottenere un connubio interessante con i rivestimenti dei muri e le tonalità dell’arredamento.
 
 
 
 
TENDENZA E MATERICITA’
 
Particolarmente rilevante dal punto di vista estetico sembra essere quest’anno la tendenza materica, derivata da una predilezione generalizzata per materie prime inusuali, fino ad ora poco utilizzate nel campo dell’illuminotecnica: come ad esempio la pietra, il cemento, le essenze lignee. Importante valore è data all’espressivitàche si traduce in una forte caratterizzazione degli apparecchi, sia alla vista sia soprattutto al tatto.
 
I corpi illuminanti vengono modellati, industrialmente o addirittura artigianalmente, come piccole sculture di luce, perciò studiati in ogni minimo dettaglio come vere e proprie opere d’arte. È un equilibrio tra leggerezza (della forma) e pesantezza (della materia) creando un gioco di contrasti interessante.
 
Quindi di tendenza sono gli oggetti luminosi originali, ma facilmente inseribili in ogni ambiente domestico, per dare un tocco di contemporaneità dal taglio tradizionale e di suggestiva modernità a qualunque tipo di arredamento, per aggiungere sensazioni materiche a stanze minimaliste.
 
Forme tradizionali e materiali insoliti oppure linee originali e materiali classici danno vita alle nuove luci dedicate a chi vuole una lampada diversa, fuori dagli schemi o magari anche solo colorata. A volte il design asimmetrico o ironico, le trasforma in veri e propri complementi d’arredo, ironici e allegri, presenze poetiche in grado di arredare anche da sole un ambiente. Le piantane hanno un design puro, spesso mirato a ridurre al minimo gli ingombri, pur mantenendo un’identità precisa. In alcuni casi si tratta invece di icone del design che riconfermano anno dopo anno la loro fama, cambiando magari la finitura o aggiornandosi nella tecnologia.
 
 
 
 
FUSIONE TRA ARTIFICIALE E NATURALE
 
Affidarsi alla sola luce artificiale sarebbe un errore, perciò nel progetto di ristrutturazione bisogna saper sfruttare al massimo ogni tipo di apertura, balconi e finestre, presente in casa.
 
Il sole è un componente di arredo importante e pensare di disporre le aree di casa più vissute proprio nel modo di maggiore sfruttamento della luce naturale, risulta essere un accorgimento importante. Si può modificare la percezione degli spazi creando una fusione tra incidenza solare, che cambia nell’arco della giornata, e utilizzo di lampadine dimmerabili la cui intensità di luce emessa pùò essere variata così da mantenere uniformità durante tutto l’arco della giornata.
 
 
 
 
ERRORI DI ILLUMINAZIONE
 
Sebbene la modernità dei punti dove può essere portata la luce potrebbe essere sfruttabile per ottenere un effetto piacevole dell’illuminazione generale, è bene evitare che spuntino luci da ogni angolo perché altrimenti l’effetto, da accogliente caldo ed elegante diventa angusto e poco appropriato tanto da dare l’impressione di un ambiente poco curato.
 
Ben venga la creatività ma attenzione alle luci colorate, ogni stanza deve avere la propri identità ma bisogna mantenere una coerenza cromatica tra i vari toni scelti nei diversi ambienti in quanto, contrasti cromatici forti, potrebbero solo che stancare in tempi molto brevi.
 
Inoltre la scelta delle luci da impiegare dipende molto anche dal tipo di superfici presenti nei vari ambienti, se sono lisce o opache e perciò riflettenti, ma anche dai colori dell’arredamento e come entrambi possono influenzare il modo in cui è restituita la luce stessa; perciò il giusto connubio tra luci dirette ed indirette potrebbe essere il giusto approccio senza creare effetti sgradevoli.
 
 
 

Scrivi un commento