Come illuminare una cucina

Scritto da Anna Ferrone 20/05/2019 0 Commenti Cucine,

Cari lettori del blog di Prezioso Casa, per il post di oggi ci spostiamo nell’area kitchen del nostro showroom, ovvero l’expo dedicato alle cucine.

A tal proposito, desidero darvi qualche suggerimento per illuminare nel modo migliore ogni area del vostro ambiente. Cominciamo subito.

 

 

Innanzitutto l’illuminazione del bancone cucina che, come di ogni banco lavoro, dovrà essere di tipo funzionale. Dobbiamo perciò pensare a un flusso di luce abbondante e diretto, scegliendo sorgenti luminose di qualità così da rendere al meglio i colori degli oggetti illuminati. Evitiamo le luci tendenti al giallo aranciato (temperatura calda) o al blu (temperatura fredda) che possono alterare il colore dei cibi rendendo così più faticosa, per gli occhi, la preparazione dei piatti.

 

 

Per il top, invece, pensiamo a delle luci sotto i pensili, così da avere un’illuminazione diretta. In questo caso le luci al led saranno di grande aiuto, tanto per la parte pratica quanto per quella estetica. La stessa tecnologia può essere applicata per illuminare l’interno di cassetti e pensili. Per la loro alimentazione l’ideale sarebbe predisporre un collegamento elettrico dietro basi e pensili in fase di progettazione, altrimenti si può cercare di utilizzare una presa tra quelle già presenti.

 

 

Concludiamo col tavolo, uno tra gli elementi della cucina da valorizzare con attenzione. L’ideale sarebbe proiettare una luce morbida sulla superficie, così da illuminare bene i piatti e cibi. Ciò permetterà inoltre di creare un punto focale di impatto visivo.

 

 

Per il momento è tutto. Vi aspetto, per approfondire il discorso, nell’area kitchen del nostro showroom. Sarà un piacere aiutarvi a progettare la cucina dei vostri sogni, illuminandola nel modo migliore.

Alla prossima.