Come organizzare una ristrutturazione di casa

Scritto da Gaetano Visconte 08/05/2019 0 Commenti Idee,

Cari lettori del blog di Prezioso Casa, quasi quotidianamente io e i miei colleghi arredatori ci confrontiamo con clienti che decidono di ristrutturare casa e sembrano terrorizzati al solo pensiero.

Il mio consiglio è: prendete un bel respiro, rilassatevi e affidatevi a noi. Diventare clienti di Prezioso Casa, infatti, vi permette di realizzare il progetto ex novo lasciando a noi l’onere (e l’onore) di seguirvi passo passo nella realizzazione del progetto.

 

 

 

Il progettista: Un architetto, un ingegnere o un geometra dovranno occuparsi di realizzare il progetto per la realizzazione della nuova struttura, rispettando gli obblighi di legge previsti. Tra i plus di Prezioso Casa vi è la possibilità di far realizzare il progetto a uno dei nostri architetti iscritti all’Ordine o al Collegio professionale.

Se, invece, avete già scelto un professionista del settore, creeremo con lui un dialogo costruttivo.

 

Il rilievo: Altro passo fondamentale, dopo la realizzazione del progetto su carta, è eseguire un rilievo architettonico e fotografico accurato, elemento indispensabile per sviluppare un buon progetto di ristrutturazione. Nel caso in cui (riferendoci al punto precedente) decideste di affidarvi a Prezioso Casa, un nostro consulente fisserà con voi un appuntamento per provvedere ai rilievi oppure, nel caso in cui un architetto fosse già al lavoro, dialogheremo con lui.

 

 

Il progetto: Con il progetto si entra nel vivo dei lavori. L’intento è quello di disegnare il progetto definitivo, tenendo conto delle vostre esigenze, del vostro gusto e, dettaglio da non trascurare, della fattibilità urbanistica, strutturale ed impiantistica.

Sulla base di questo progetto, verrà realizzato anche il computo metrico, ovvero l’elenco dei lavori da eseguire con le relative quantità, ognuna con la sua unità di misura.

 

 

Il Direttore dei Lavori: Passando a un aspetto più burocratico, ma non meno importante, è obbligatoria prima dell’inizio lavori è anche la nomina del Direttore dei Lavori (DL), che ha il compito di vigilare – eseguendo sopralluoghi periodici a sua discrezione – sull’operato della ditta, sul rispetto del progetto e del capitolato, nel vostro interesse. Solitamente il Direttore Lavori è lo stesso progettista, ma può essere incaricato anche il coordinatore o un professionista esterno, purché non collegato alla ditta esecutrice.

 

 

La pratica edilizia: Individuate tutte le figure necessarie e redatto il progetto, non resta al progettista che completare la documentazione e i moduli necessari per la presentazione della pratica in Comune, la SCIA o la CILA (autocertificazioni di conformità edilizio-urbanistica asseverate e firmate da un tecnico abilitato). Inoltre dovrà segnalare la data di inizio lavori.

Se l’abitazione si trova in una zona vincolata (ad esempio: in area parco oppure un’area con vincolo idrogeologico), saranno necessarie anche le relative autorizzazioni prima di dare inizio ai lavori.

 

Anche per questa volta è tutto. Ci ritroviamo al prossimo post.