Rimedi per smacchiare il dvano

Scritto da Maria Granata 02/01/2019 0 Commenti Divani,Idee,Arr. Maria Granata,

Cari lettori del blog di Prezioso Casa col post di oggi ci concediamo un salto indietro nel tempo. Già perché quella che mi appresto a scrivere è una guida pratica per pulire i divani ricorrendo a metodi naturali cari ai nostri nonni.

Antenati che coprivano i divani con il cellophane o con i tessuti, conservandoli intonsi. Possiamo fare lo stesso anche noi senza dover rinunciare all’estetica. Come? Valutando, innanzitutto, la natura del nostro divano e quelle macchie che possono diventare pericolose o quelle alle quali una buona lavanderia può porre rimedio. Inoltre, qualche metodo per prendercene cura.

 

Divano in pelle o in tessuto: Cominciamo con la croce e delizia di molti di noi: il divano in pelle. Questa superficie va trattata con acqua tiepida e qualche goccia di sgrassatore. È importante intervenire tempestivamente, pulire la parte sporca, risciacquare bene e applicare una crema idratante.

Restando in tema, un divano in tessuto va tenuto sempre pulito attraverso lavaggi a 30 °C, evitando la centrifuga perché spezza la fibra.

 

Pregi e difetti dei principali materiali: Oltre alla pelle vi sono diverse tipologie di tessuti e di rivestimenti tra cui decidere. La scelta è soggettiva e ogni materiale ha i propri pregi e difetti. Il cotone, ad esempio, è fresco e facilmente lavabile, ma potrebbe restringersi. La lana, invece, ha un grande effetto estetico, ma non è adatta a tutte le stagioni. La pelle ha un impatto estetico notevole e una facile manutenzione, ma i costi sono più elevati rispetto a un’ecopelle, che è ecologica, presenta una vasta gamma di colori e di texture, ma col tempo è soggetta all’usura. Pure il velluto è di grande impatto scenico, ma è delicato per la manutenzione. L’alcantara è pratico, antimacchia, facilmente adattabile; il lino invece è fresco, ideale per le case di vacanza al mare, ma richiede una manutenzione e stiratura costante.

 

Le macchie (quasi) impossibili da rimuovere: Quali sono le macchie che maggiormente ci fanno penare? Senza dubbio quelle che contengono sostanze oleose. Nemiche dei rivestimenti, della pelle in particolare, sono pure gli inchiostri così come le penne e i pennarelli. Macchie insidiose sono anche quelle di sangue, di cioccolato e di frutta. Ricordiamo, tuttavia, che: con i prodotti giusti, è possibile anche togliere qualsiasi macchia, compreso il colore blu dei jeans dai divani di pelle chiara.

 

Metodi alternativi: Il ghiaccio lava via il cioccolato? Vero. Il ghiaccio è uno smacchiatore eccellente, ma molti altri sono i rimedi naturali. Ad esempio il succo di limone mischiato ad acqua tiepida perfetto per pulire qualsiasi rivestimento in pelle, da lucidare poi con un composto di olio d’oliva, olio di lino e aceto.

Se il divano è in tessuto, invece, meglio trattarlo con una spazzola imbevuta in acqua e aceto. Andrà versato poi un po’ di bicarbonato, aspirando poi il composto dopo averlo lasciato agire.

 

Consigli pratici: Lavare il rivestimento ogni due settimane e pulire la pelle ogni mese e mezzo. Per mantenerlo più a lungo, ed evitare differenze di seduta, è bene anche girare i cuscini una volta alla settimana.

 

E per chi ama gli animali? Per chi possiede animali domestici, la scelta non è semplice poiché, che sia pelle o tessuto, il divano verrà facilmente rovinato. I tessuti, però, sono sfoderabili, pertanto sarà possibile lavarli e igienizzarli di frequente.

 

Anche per questa volta è tutto. Ci ritroviamo al prossimo post.