Bagno cieco, consigli e soluzioni per arredarlo

Scritto da Massimiliano Ambrosca 19/08/2019 0 Commenti Bagno,Idee,Arch. Massimiliano Ambrosca,

Cari lettori del blog di Prezioso Casa, prendo a pretesto una consulenza di oggi per scrivere questo post e parlare di un “problema domestico” che molti di noi devono o hanno dovuto affrontare: il bagno cieco. Spesso lo si trova già in casa, talvolta invece abbiamo la necessità di crearlo (immaginiamo il caso di una famiglia numerosa nella quale gli impegni sono pochi e il tempo, specie al mattino, è sempre poco). Ergo, una soluzione per ricavare un ulteriore bagno rispetto a quello tradizionale è quella di sfruttare un ambiente di casa inutilizzato.

 

 

Nascerà così un bagno cieco caratterizzato, nella maggior parte dei casi, dall’assenza di finestre e da uno spazio molto ridotto. Uno svantaggio,  se si pensa alla mancanza d’aria e al suo naturale ricambio. Qualcuno, inoltre, potrebbe porre l’accento sul rischio di accentuare umidità e muffa all’interno di uno spazio angusto. Problemi, è vero, ma risolvibili con un po’ di ingegno e qualche consiglio da parte di un addetto ai lavori.

Pensiamo, infatti, a un bagno di piccole dimensioni nel quale lo stile e le comodità non manchino. Per risolvere il problema del ricambio d’aria, basterà un impianto di aerazione. In commercio ve ne sono moltissimi, per qualsiasi esigenza e budget. Semplici da istallare, hanno consumi ridotti e, nel corso del tempo, sono diventati molto silenziosi.

 

 

Passiamo adesso agli arredi. Un lavabo quadrato può essere una soluzione ideale. Presso il nostro showroom potrete trovare la soluzione più adatta alle vostre esigenze di spazio e quelle di gusto. Per completare l’ambiente, senza correre il rischio di renderlo angusto o, peggio ancora, soffocante pensiamo a utili elementi componibili che garantiscano funzionalità e lo facciano rispettando il principio della compattezza.

 

 

Un mobile in fibra di legno, ad esempio, largo 90 cm, profondo 55 e alto 85. In questo caso potremmo pensare a un colore acceso, come il rosso rubino, da integrare a un lavabo dalla più classica tonalità bianca.

 

 

Per lo specchio, via alla soluzione con lampada integrata per evitare ingombri. Aggiungiamoci pure dei pensili con griglie metalliche (che, in caso di necessità, potranno trasformarsi in pratici stendini) sopra il wc, per contenere il necessario di oggetti e accessori.