Arredare con i cuscini

Scritto da Gennaro Pelliccia 11/07/2019 0 Commenti Idee,Arr. Gennaro Pelliccia,

Cari lettori del blog di Prezioso Casa, approfitto della consulenza appena terminata – la progettazione e l’arredo di una camera da letto – per scrivere il post di oggi. Argomento della conversazione: i cuscini, vero e proprio must per l’arredo della zona living e della zona notte.

 

 

Da un bel po’ di tempo, infatti, i cuscini non si limitano  a colorare e decorare, ma regalano allo spazio quell’accento in più che personalizza e fa la differenza. Che siano disposti su una poltrona, sul letto oppure – perché no – sul pavimento regalano all’ambiente eleganza e stile. Lecito chiedersi a questo punto: come abbinarli? Scopriamolo insieme.

 

 

Cominciamo con una situazione piuttosto comune: arricchire un divano – magari appena comprato nella nostra area imbottiti – con dei cuscini. Un’idea potrebbe essere quella di utilizzare cuscini di dimensioni e forme diverse mimetizzando il divano, oppure arricchendolo. Per soluzioni di questo tipo saranno assai utili cuscini rivestiti con federe in cotone oppure stoffe. Osate – se volete – con delle stampe o dei motivi eccentrici, altrimenti privilegiate la scelta monocromatica, un intramontabile classico.

 

 

Spostandoci in camera da letto – che potrete arredare insieme a noi, visitando gli oltre 100 expo del nostro showroom – suggerisco di ispirarsi al colore delle pareti (specie se molto intenso) come linea guida per i cuscini. In questo caso sotto con le fantasie grafiche e geometriche.

 

 

Restando in tema, potremmo arricchire il letto utilizzando una scelta tono su tono, ricordando che questo non è sinonimo di monotonia. Anzi. Il marrone, il grigio o il bianco in tutte le sue sfumature – giusto per citare tre evergreen – permettono di sbizzarrirsi con tessuti e decori. I cuscini potranno avere forme e materiali diversi e potranno essere resi ancora più unici da dettagli preziosi come: bottoni, bordure, cuciture realizzate con fili dorati o ricche passamanerie.

 

 

Per questa volta è davvero tutto. Ci ritroviamo al prossimo post.